Tatjana Doll

#### E-Major
Video animato con audio. 10’. 2020

Nata a Burgsteinfurt nel 1970, la pittrice Tatjana Doll vive - quando non a Roma - a Berlino e insegna presso la Staatliche Akademie der Bildenden Künste di Karlsruhe. Per la "Presentazione finale Villa Massimo si avvicina" Tatjana Doll ha utilizzato un dipinto dell'Eurofighter Typhoon realizzato nel 2009 e modificato successivamente nel 2019. L'aereo da combattimento viene mostrato frontalmente, il carrello di atterraggio è allungato, la cabina di pilotaggio sembra non essere occupata. Nel video, il caccia dapprima minuscolo tra le nuvole, si avvicina costantemente fino ad occupare in tutta la sua “superiorità aerea” l'intera superficie di proiezione. Ad accompagnare il volo che punta direttamente alla faccia dello spettatore è la melodia che dal 2008 viene utilizzata la mattina alle 6 per svegliare gli abitanti al centro di Pyongyang e la sera alle 23 per invitarli ad andare a letto. Il brano in Mi maggiore è considerato una musica di speranza composta personalmente da Kim Yong Il, che l'ha dedicata a suo padre. La canzone è stata eseguita per la prima volta su un palcoscenico nel 1971, nell'ambito dell'opera rivoluzionaria "A True Daughter of the Party" e s'intitola "Where Are You, Dear General". Questa ballata elettronica che riecheggia quotidianamente a Pyongyang è una versione sfericamente distorta della canzone originale, anche perché viene trasmessa attraverso la tecnologia obsoleta dell'enorme campanile della stazione ferroviaria centrale della città, si addice ad accompagnare tutti per sempre come il più orecchiabile dei tormentoni.

Il "#### E-Major" di Tatjana Doll può essere visto e ascoltato dal 15 al 19 giugno per 10 minuti a mezzanotte sulla terrazza del cosiddetto Teatrino di Villa Massimo in Viale XXI Aprile di fronte alla Caserma della Guardia di Finanza.

Leni Hoffman

Beate Kirsch

Leni Hoffman, Manuel Franke, Sebastian Claren

Jana Gunstheimer

Nina Jäckle

Bettina Allamoda

Bigit Brenner

Felix Schramm

Simone Haug

Michael Schröder