Dr. Julia Draganović

Julia Draganović è una curatrice d’arte contemporanea con un particolare interesse per l’arte basata sul tempo, l’arte collaborativa e nuove strategie artistiche in generale, ma che ama anche concepire e allestire mostre classiche con oggetti di ogni tipo. Ha curato esposizioni in Colombia, Germania, Italia, Polonia, Spagna, Svizzera, USA e Taiwan. Tra le sue mostre tematiche si annoverano “The Enterprise of Art” al PAN Palazzo delle Arti Napoli nel 2008; “Footsteps into the Future” al Kaohsiung Museum of Fine Art, Taiwan nel 2008 e “In What We Trust?” all’Art Miami nel 2010.

Insieme a Claudia Löffelholz, Julia Draganović è membro fondatore del collettivo LaRete Art Projects. Draganović è Presidente dell’IKT International Association of Curators of Contemporary Art dal 2014, membro del comitato dell’Outdoor Gallery di Gdansk (Polonia) dal 2008 è membro del board di No Longer Empty, New York dal 2009. Dal 2009 al 2015 è stata membro del comitato scientifico del MUDAM - Musée d’Art Moderne du Grand Duc Jean, Lussemburgo. Draganović ha svolto molteplici docenze in Europa, in America Latina e negli USA.

Tra i numerosi incarichi istituzionali ricoperti, Julia Draganović è stata curatrice dell’European Studio Program dell’ACC Galerie e della Città di Weimar, Germania (1999-2003), Direttrice artistica del Chelsea Art Museum di New York (2005-2006) e del PAN Palazzo delle Arti Napoli (2007-2009), curatrice del Premio Internazionale di Arte Partecipativa per la Regione Emilia-Romagna, Italia (2009-2013), responsabile di progetti curatoriali per Arte Fiera / Art First Bologna (2010-2012) nonché di progetti curatoriali per Art Miami (2009-2014) e per Context Art Miami (2013-2014). Da novembre 2013 a giugno 2019 Julia Draganović è stata Direttrice della Kunsthalle Osnabrück, Germania. Dal 1 luglio 2019 è Direttrice dell’Accademia Tedesca Roma Villa Massimo.

Leni Hoffman, Manuel Franke, Sebastian Claren

Göran Gnaudschun

Michael Schröder

Anne Boissel

Konstantin Gricic

Claudia Wieser

Bettina Allamoda

Esther Preußler

Iris Dupper, Oliver Schnell

Jana Gunstheimer