Misurare un mito | Mostra

Più di duecento anni fa, la piccola città di montagna Olevano Romano fu scoperta dai pittori del romanticismo tedesco, ma anche francese e danese, e trasformata in un nuovo spazio percettivo e luogo mitico dove dedicarsi principalmente alla pittura di paesaggio. Nel mezzo dell'epoca dell'incipiente industrializzazione, si manifestò la narrazione romantica di un'Italia rurale caduta fuori dal tempo, in cui temi agricoli si mescolano con temi biblici e mitologici nelle raffigurazioni.

Grazie alla presenza dell'Akademie der Künste di Berlino con Villa Serpentara e della Accademia Tedesca Roma con Casa Baldi, ogni anno dodici artisti trascorrono una residenza di tre mesi a Olevano Romano. Non solo durante questa permanenza nascono sovente opere site-specific ma viene preservata la tradizione ormai secolare della colonia di artisti.

La mostra espone lavori di Olevano Romano di sedici pittori del periodo intorno al 1825 e opere contemporanee di sei artisti che hanno soggiornato come borsisti a Casa Baldi o Villa Serpentara a Olevano Romano.

Artisti storici in mostra
Johann Joachim Faber | Carl Hummel | Joseph Anton Koch | Janus La Cour | Anders Lunde | Gustav Heinrich Naeke | Friedrich Nerly | Friedrich Preller il vecchio | Friedrich Preller il giovane | Heinrich Reinhold | Ludwig Richter | Johann Wilhelm Schirmer | Carl Schuch | Albert Venus | Wilhelm Wach

Artisti contemporanei
Esther Ernst | Simone Haug | Antonia Low | Olaf Unverzart | Martina Wolf | Filip Zorzor

La mostra è a cura di Florian Illies e Julia Trolp. La mostra è accompagnata da un catalogo.

DURATA MOSTRA | 26 maggio – 6 luglio 2022
ORARI DI APERTURA | Lunedì - giovedì | ore 9.30 - 17.00 | venerdì | ore 9.30 - 14.00 | chiuso il 2 e 29 giugno


Galeria fotografica

FAKT

Parastou Foruhar

Thomas Baldischwyler

Eike Roswag

Emmanuel Heringer

Hanna Eimermacher

Clemens von Wedemeyer

FAMED

Paola Pivi - Jonathan Meese

Michael Schröder