Dear Future - Poesie Performance


2 ottobre 2020

Con "Dear Future" Rike Scheffler, poetessa e performer, indaga modi di essere presenti e futuri nei quali l'essere umano non vive più con approccio antropocentrico, bensì in una simbiosi cosciente e sostenibile assieme ad altre specie. Inspirandosi a pensatrici e filosofe post-umanistiche come Donna Haraway, Ursula K. Le Guin, Jeannette C. Armstrong e Anna L. Tsings, sviluppa un mondo potenziale, che potrebbe molto plausibilmente scaturire dal nostro e nel quale lingue, generi, forze della natura, ordinamenti democratici e coesistenza sociale agiscono in nuove maniere, fluide e più eque.

Per Scheffler la poesia è spazio per le idee, è esperienza di trasformazione corporea. Attraverso la voce, citazioni testuali, loop station, sintetizzatore e effetti audio lavora in maniera transdisciplinare, creando poesie in loop, compressioni live di parole, suoni e canto. Così facendo emergono realtà sonore che permettono un'immersione corporea in cui il futuro diventa vicino e quasi tangibile, in cui i confini fra corpo, macchina, testo e natura sensibilmente sfumano.

Rudi Finsterwalder

Simone Haug

Hanna Eimermacher

Parastou Foruhar

Stefan Mauck

Bernd Bess

Birgit Brenner

Bigit Brenner

Thomas Baldischwyler

Parastou Foruhar